Loading...

Izakaya: il bar amato dai giapponesi

Un trend giapponese, di cui non possiamo non parlare, è quello degli izakaya. Di che cosa si tratta? Letteralmente il termine significa “negozio di sakè dove ci si siede”. Possiamo, quindi, intenderlo come un locale dove si va a bere qualcosa.

Gli izakaya, infatti, sono specializzati nel servire bevande alcoliche, ma offrono anche del buon cibo. Sono molto frequentati in Giappone per un motivo fondamentale: rappresentano un punto di ristoro e di incontro post lavoro.

Grazie alle loro caratteristiche, gli izakaya stanno spopolando anche fuori dai confini giapponesi. Persino in Italia possiamo trovare posti che si ispirano ai caratteristici izakaya. Ma vediamo più da vicino questi famosi locali.

Parola d’ordine: bere

In Italia abbiamo l’usanza dell’aperitivo a fine giornata. In Giappone c’è quella di fare una sosta negli izakaya. Essi si presentano come piccoli locali con al centro un grande bancone, riconoscibili per l’assortimento di alcol e per i pochi posti a sedere.

Questi locali, infatti, non sono dei ristoranti, ma nascono con l’intento di offrire ai clienti un posto dove fermarsi per bere qualcosa a fine giornata. Bevande tipiche sono: le birre locali, il vino, il whisky e ovviamente il nihonshu, quello che erroneamente chiamiamo sakè.

Negli izakaya le parole d’ordine sono: bere, fare due chiacchiere e rilassarsi dopo una giornata di lavoro che, soprattutto nel caso dei salarymen, può essere molto dura. È risaputo, infatti, che gli impiegati giapponesi lavorano fino a 15 ore al giorno.

Non solo alcol

Oltre al bere, gli izakaya offrono diverse cose da mangiare. La regola è partire sempre da piatti più delicati per passare poi a quelli con maggiore sapore. Si possono stuzzicare dei gyoza, i famosi ravioli ripieni di carne, e snocciolare edamame.

Altri piatti tipici sono il tori kaarage (pollo fritto alla giapponese) o gli yakisoba, spaghetti saltati. Ovviamente in questi posti è possibile ordinare anche piatti a base di pesce crudo, come sashimi e sushi, anche se non rappresentano la loro specialità.

Le porzioni non sono abbondanti, dovendo accompagnare l’alcol. Il concetto di base è ordinare più piatti per volta da dividere con gli altri commensali, un po’ come succede con le tapas in Spagna. L’importante, infatti, non è abbuffarsi, ma passare del tempo in compagnia.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons