Loading...

Come riconoscere il tonno fresco?

tonno frescoOggi il sushi è una vera e propria moda in espansione e sono moltissime le persone che lo consumano regolarmente. Molti aspiranti cuochi si dilettano nella preparazione del sushi fatto in casa, ma se non si imparano alcune regole, azzardare non è una buona idea.

Saper riconoscere il pesce fresco e saperlo trattare, sono punti fondamentali da cui non si può prescindere se si vuole preparare un sushi di buona qualità e senza pericoli.

Non bisogna dimenticare che il pesce fresco non abbattuto può portare pericolose infezioni (come la salmonella e lo stafilococco aureo) e infezioni parassitarie come ad esempio l’anisakis (un vermicello piccolissimo trasparente e molto pericoloso per il corpo umano). Nell’articolo di oggi vi spiegheremo come fare per acquistare un buon tonno fresco per preparare il vostro sushi fatto in casa.

Tonno fresco: i trucchi per riconoscerlo

Per preparare un buon sushi è importantissimo acquistare pesce molto fresco, non di allevamento. È quindi preferibile scegliere pesce di stagione. La prima cosa da notare è l’odore: il pesce deve profumare di mare e non puzzare. L’occhio del pesce intero deve essere brillante e idratato e mai opaco e leggermente infossato nell’orbita. Le branchie devono apparire rosse e ben lucide.

Se vedete solo tranci, la carne deve essere soda e il pesce non deve afflosciarsi quando viene sollevato dal pescivendolo. Una volta scelto il pesce, dovete necessariamente eliminare tutti i batteri.

Sconsigliamo il pesce di allevamento perché i tonni in cattività vengono alimentati con pasture che non danno alla carne il sapore desiderato per il sushi e che potrebbero far male in caso di consumo di carne cruda.

Come eliminare i batteri

È raro che in casa si abbia un abbattitore come quelli dei ristoranti, per questo non vi resta che lasciare il pesce in surgelatore per due giorni ad una temperatura di -20 gradi prima di consumarlo.

Il sapore non muterà se congelerete correttamente il pesce e, una volta scongelato, potrete utilizzarlo senza paura per preparare il vostro prelibato sushi fatto in casa. Dopo il congelamento tutti i batteri cattivi e i parassiti vengono uccisi e il pericolo sanitario svanisce. Siete pronti per preparare tanti piatti prelibati?

Buon appetito a tutti!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons