Loading...

Mughetto giapponese: come mantenere in salute la pianta

Il mughetto giapponese è una pianta di piccole dimensioni apprezzata e coltivata principalmente per i suoi fiori particolari e le sue coloratissime bacche che fanno da ornamento ad aiuole e vasi da balcone.

Si tratta però di una pianta erbacea molto delicata che richiede una cura costante e molto attenta ai particolari ed è per questo che vi forniremo una breve guida su quali sono gli aspetti a cui fare più attenzione.

Scelta della terra ed esposizione

Il mughetto per crescere e proliferare, ha bisogno di un terreno molto drenante e sciolto per cui si può adattare il normale terriccio da giardino. Come substrato si può utilizzare sabbia o anche la torba.

Il mughetto giapponese predilige le zone semiombrose e deve essere esposto ai raggi solari soltanto nelle ore meno calde della giornata.

Resiste più al freddo che al caldo e per questo motivo si adatta anche ai climi più rigidi senza aver bisogno di particolari protezioni o coperture ma va fatta molta attenzione a non lasciarlo indifeso all’azione dei venti.

Annaffiatura

La pianta, visto che non necessita di molta acqua, va annaffiata in maniera regolare aspettando però che il terreno sia completamente asciutto.

Nei mesi autunnali ed invernali è preferibile ridurre il numero di annaffiature mentre da aprile ad agosto è bene non superare i 20 giorni di intervallo tra un irroramento e l’altro per evitare eccessiva siccità del terreno.

Concimazione

La concimazione va fatto soltanto d’estate poichè è in questo periodo che il mughetto ha bisogno di più nutrimento.

Può essere fatta con un dosatore di concime liquido ma il consiglio è quello di abbinare del concime in grani all’annaffiatura lasciando che questo si sciolga nell’acqua e rimanga più a lungo nella terra.

Rinvaso

Per trasferire una pianta di mughetto in un vaso più grande è bene aspettare la primavera ed assicurarsi che le radici siano robuste e lunghe tanto da fuoriuscire dai fori sul fondo del vaso in cui si trova.

Il nuovo vaso dovrà avere dimensioni che vanno dal 50% in più al doppio di quello in cui si trovava precedentemente. Con un po’ di attenzione la pianta sarà bella e sana!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2021 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons