Loading...

Otoshidama: conosciamo la tradizione

Durante la stagione invernale i bambini giapponesi possono contare su tante fantastiche tradizioni che i coetanei europei, ad esempio, non hanno.

Capodanno per i bambini giapponesi

Oltre ai regali di Natale i bimbi del Sol Levante possono contare anche su altri doni, apprezzati anche e soprattutto dai ragazzi più grandi. Quello di cui parliamo oggi è chiamato otoshidama.

In pratica è un dono in denaro che zii, nonni, parenti stretti e amici di famiglia fanno ai bambini nei primi tre giorni dell’anno.

I soldi vengono posizionati all’interno di bustine speciali, che prendono il nome di pochi-bukuro e che hanno tantissime varianti: dal più semplice al più particolare ed elegante.

Viene considerato scortese aprire il regalo davanti alla gente e, nello specifico, l’apertura della busta avviene dal lato corto.

Di solito il denaro inserito, che ovviamente non comprende le monetine, viene prima piegato in tre parti per non creare troppo volume.

La decorazione del contenitore di denaro è spesso legata agli animali testimonial dell’anno in corso o con simboli famosi del Giappone e la sua tradizione affonda le radici in un passato molto lontano.

Si pensa che sia un retaggio di un rituale shintoista. Anticamente durante questo rito alle divinità venivano offerti dei dolcetti tondi per chiedere protezione.

Parte di questi dolcetti veniva tenuta dal fedele e consumata con la famiglia una volta tornato a casa. Oggi si pensa che l’otoshidama serva a proteggere i bambini che ricevono i soldi.

Quanto denaro inserire nel pochi-bukuro?

Non abbiamo una risposta univoca a questa domanda. Sicuramente non possiamo inserire le monetine ma solo banconote, la cui più piccola è da 1.000 yen.

Ci sono numerose variabili da considerare:

  • Il rapporto che hai con la persona che lo deve ricevere, se è un parente stretto o un conoscente;
  • L’età del bambino, i più piccoli dovrebbero ricevere di meno e i più grandi di più, per le loro diverse esigenze;
  • Quanto guadagna chi deve fare il regalo;
  • A quante persone questo dono deve essere fatto.

Di solito possiamo trovare all’interno di queste bustine dai 5.000 al 10.000 yen, e l’età massima per riceverle è, orientativamente, 20 anni, anche se inizia ad essere frequente il fatto che anche gli universitari continuino a ricevere questi regalini.

Una vera tradizione che fa invidia, non credete?

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons