Loading...

Sadako Sasaki: una storia giapponese

Oggi parleremo di una particolare guerra, quella combattuta attraverso le bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki, che oltre alle vittime immediate ha aggiunto anche quelle successive derivanti dall’esposizione alle radiazioni nel corso degli anni successivi.

Sadako Sasaki, la sua storia.

Chi è Sadako Sasaki? È stata una bambina nata nel 1943 ad Hiroshima.

Suo padre, originariamente barbiere, venne poi arruolato mentre sua madre era operaia in una fabbrica. A casa c’era anche il suo fratellino di una decina di anni e la nonna, che gestiva i bambini durante i turni di lavoro della madre.

Una famiglia normalissima che il 6 agosto 1945, giorno dell’esplosione, ancora non si era attivata per le normali faccende quotidiane.

Il punto di impatto della bomba dista meno di un chilometro da casa sua. L’onda d’urto la scaraventa fuori dalla finestra e, miracolosamente la bimba rimane illesa.

La casa va a fuoco e nel rogo la nonna muore mentre la mamma e i due bimbi cercano di allontanarsi.

Durante il fuggi fuggi la famiglia viene investita dalla famosa “pioggia nera” ma nessuno di loro se ne preoccupa nell’immediato.

Gli anni passano, il padre di nuovo a casa dopo il congedo e tutto sembrava andare per il meglio. Sadako è una bambina molto atletica, ma durante una gara sviene inspiegabilmente.

Poco dopo inizia il suo calvario e le viene diagnosticata una forma grave di leucemia, dovuta all’esposizione alle radiazioni della bomba 9 anni prima.

La bambina viene ricoverata all’ospedale di Hiroshima e da lì purtroppo e non uscirà mai.

Spesso riceve visite di amici e uno di questi una volta le regala una gru di carta creata con la famosa tecnica giapponese degli origami.

La leggenda delle 1000 gru

Il padre, vedendo questo regalo si ricordò di questa vecchia leggenda secondo la quale chiunque sarebbe riuscito a creare mille gru fatti con gli origami, avrebbe visto esaudito un desiderio.

Sadako si attacca talmente tanto a questa leggenda che inizia a creare gru di carta con qualsiasi materiale che trova intorno a lei, sognando di guarire.

Non si sa con precisione quante gru riuscirà a creare prima di morire, sta di fatto che questa tenera leggenda ha fatto subito il giro del mondo e la storia di Sadako Sasaki è divenuta così famosa da essere immortalata in una statua al Parco della memoria della pace di Hiroshima.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons