Loading...

Shibari: la storia in breve

Lo shibari affonda le sue origini nell’epoca Edo quando si torturavano i prigionieri con legature e sospensioni in modo da creare in loro un crollo psicologico prima che fisico.

Nel tempo la pratica si è evoluta fino ad entrare a far parte dell’immaginario BDSM, ma inizialmente non aveva praticamente niente di piacevole.

Oggi si pratica shibari anche a scopo piacevole ed erotico utilizzando corde apposite per immobilizzare il partner con elaborate e bellissime legature. Ovviamente prima di praticare è fondamentale conoscere tutte le norme di sicurezza in modo capillare.

Praticare shibari può essere pericoloso se non effettuato correttamente. Vediamo di conoscere meglio questo argomento e di capirne la storia dalle origini. Tuffati subito nella lettura. Siamo sicuri che questo nostro argomento di oggi ti piacerà.

La nascita

Lo shibari moderno nasce ufficialmente nel 1896 con Ito Seiu che vide una scena di tortura nel corso di una rappresentazione di teatro kabuki. Nella scena tre infermiere venivano legate e torturate da un nemico per avere delle informazioni militari.

Ito era solo un adolescente, ma ne rimase folgorato e intorno al 1930 pubblicò numerose fotografie di donne legate anche se il suo interesse si concentrava prima di tutto sull’estetica del corpo, sul volto e sui capelli.

Ito Seiu è un personaggio fondamentale per conoscere la storia dello shibari. Si tratta del primo personaggio che ha legato le proprie modelle. Lo shibari giapponese vero e proprio nasce dopo la seconda guerra mondiale quando iniziarono ad uscire le prime riviste pulp giapponesi.

In queste riviste c’erano racconti leggermente erotici con scene di legature. Così la cultura shibari si è diffusa un po’ ovunque passando proprio da queste riviste vagamente osé.

Arrivando in Europa queste riviste portarono con sé la cultura dello shibari giapponese che si diffuse in America, in Francia e poi anche in Italia, anche se in epoca più recente.

Oggi la pratica è molto diffusa ed è diventata importantissima nella sottocultura BDSM. Lo shibari è una pratica non necessariamente erotica che ha come scopo prima di tutto il recupero dell’intimità, la celebrazione della bellezza e della fiducia reciproca. Si tratta di una vera e propria arte!

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2020 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons