Loading...

Tutti i tipi di aceto usati per la cucina giapponese

aceto risoLa cucina giapponese non è solo questione di preparazione, ma anche questione di ingredienti diversi e spesso difficili non solo da trovare, ma anche da comprendere nella loro semplice complessità.

Oggi ci occupiamo di una categoria specifica, ovvero quella degli aceti, che in un paese dove la coltivazione di uva è praticamente assente, provengono da altri tipi di prodotti. Vediamoli insieme.

L’aceto di riso tradizionale

L’aceto di riso tradizionale non stagionato è quello che viene impiegato nella preparazione del sushi, per conferire una leggerissima nota acidula al sushi. Si tratta di un aceto molto blando, ricavato al 100% dal riso e che ha un colore che può andare dal trasparente al giallo molto tenue.

Si tratta, per chi vuole preparare il sushi, dell’unico aceto con il quale si deve vere una certa dimestichezza. Si può trovare ormai in ogni supermercato ed è davvero fondamentale per la preparazione del sushi.

Può essere sostituito dall’aceto di vino?

Assolutamente no. L’aceto di riso tradizionale giapponese infatti ha un sapore molto molto tenue e spesso, chi non ha il palato allenato, potrebbe non riconoscerne addirittura la presenza. Si tratta di qualcosa dunque che non può essere sostituito, in alcun modo, dagli aceti che vengono prodotti e consumati in Italia.

L’aceto di riso “stagionato”

L’aceto di riso stagionato non è esattamente un aceto stagionato, ma piuttosto un aceto normale al quale vengono aggiunti sake, sale e zucchero. Ne risulta una mistura dal sapore decisamente più forte, che può essere anche conservato a lungo al fine di sviluppare quello che è un sapore più profondo e complesso.

Anche l’aceto di riso stagionato, in alcune ricette, può essere utilizzato per la preparazione del sushi: ad ogni modo le nostre ricette segnaleranno la necessità di utilizzare l’una o l’altra versione.

Mirin

Il mirin non è assolutamente un aceto, ma piuttosto uno spirito di riso, che ha anche un contenuto alcolico notevole (in alcune versioni supera anche il 20% di volume). Viene spesso usato a mo’ di aceto, ma non deve essere considerato come appartenente a questa categoria.

Si tratta di un prodotto diverso, utilizzato per cose diverse.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Sushipoint.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons